Cla vince l’appalto per la gestione di Univercity

Mercoledì, 09 Settembre 2015 16:02:00

Il Consorzio Lavoro Ambiente gestirà, attraverso le cooperative socie, la Residenza Universitaria della Provincia per gli studenti della Libera Università di Bolzano (148 posti letto). Un appalto da 550 mila euro per ciascuno dei 5 anni di durata.

Con la vittoria dell’appalto che metteva in gara la gestione in concessione dello studentato Univercity accessibile dagli studenti della Libera Università di Bolzano, il Consorzio Lavoro Ambiente approda in suolo altoatesino per la prima volta con un servizio di questa importanza.

Attraverso le cooperative associate, dal primo settembre 2015 Cla si occupa delle pulizie, della reception (trilingue), della manutenzione ordinaria dell’edificio e dei relativi impianti tecnologici e della gestione delle pratiche burocratiche e amministrative relative ai contratti degli studenti.

La struttura, inaugurata nel 2009, ospita 148 studenti sistemati in altrettante stanze, alcune singole con bagno e angolo cucina altre singole con servizi igienici e cucina in condivisione. Oltre agli alloggi conta su un’aula studio, una biblioteca, sale riunioni, palestra, bar, sala fitness, sala audio, musica, giochi, lavanderia.

Uno spazio moderno, insomma, dotato di tutti i comfort, con quasi 3 mila metri quadrati di alloggi, 600 mq di servizi culturali e ricreativi e 370 mq di uffici amministrativi.

La cooperativa Multiservizi di Mezzocorona si occupa della reception e di una parte delle manutenzioni ordinarie, la Lagorai del servizio di pulizie, mentre Sira e Ge@ Trentina Servizi della manutenzione elettrica e della sicurezza.

“Per la Cooperazione Trentina la vittoria di questo appalto – dice Stefano Gius, responsabile dell’area Servizi-ambiente e ICT del Consorzio Lavoro Ambiente – significa molto, al di là degli aspetti economici: è un’opportunità per farci conoscere anche in Alto Adige, per la nostra professionalità e competenza già dimostrata in tanti anni di gestioni trentine”. Il Consorzio, infatti, è stato protagonista nella costruzione e gestione dello studentato Sanbapolis, fiore all’occhiello dell’accoglienza degli studenti che scelgono di fare l’università a Trento.

Il risultato a Bolzano è stato raggiunto anche grazie alla collaborazione con Legacoop Alto Adige, che ha sostenuto i cugini trentini nella conoscenza del territorio e nella ricerca di partnership.