Confermato per il terzo anno consecutivo il progetto occupazionale BIM Adige-SOVA

Lunedì, 15 Aprile 2019 19:58:00

L’inizio delle attività è previsto entro il mese di maggio 2019.

Il Consorzio dei Comuni BIM dell’Adige e il Servizio per il Sostegno Occupazione e la Valorizzazione Ambientale (SOVA) della Provincia autonoma di Trento, con la collaborazione dell’Agenzia del Lavoro, confermano l’attivazione per il terzo anno consecutivo del progetto occupazionale orientato all’inserimento lavorativo di persone disoccupate nel settore dei servizi e della manutenzione del verde.

I lavoratori impiegati nei servizi con contratto INPS si occuperanno di custodia, sorveglianza, front office e gestione archivi di strutture museali, biblioteche, centri sportivi ed educativi, aree di interesse storico, culturale, naturalistico e turistico. I lavoratori svolgeranno anche indagini ambientali orientate alla gestione delle reti idriche e delle aree agricole.

Le persone impiegate nella manutenzione del verde con contratto SCAU si occuperanno anche quest’anno della sistemazione di sentieri, recinzioni e staccionate, della pulizia di aree verdi e taglio erba.

Anche nel 2019 la selezione dei lavoratori è stata affidata ai Comuni aderenti in base ai criteri di residenza, all’iscrizione alle liste di disoccupazione e alle precedenti domande fatte per l’Azione 19. I richiedenti saranno successivamente impiegati dalle cooperative coinvolte dai lavori e impiegati nelle attività previste per una durata di 4 mesi e una settimana. Saranno possibili anche assunzioni di diversa durata (dai 2 ai 6 mesi) con possibilità di inquadrare i lavoratori con contratti part time. I lavoratori impiegati nelle attività saranno circa 200, in calo rispetto ai 356 del 2017 e ai 330 del 2018.

Le risorse messe a disposizione nel 2019 dai 113 comuni trentini aderenti al progetto superano i 500.000 Euro, che sommati ai 2,5 milioni messi a disposizione dal BIM Adige permettono il superamento dei 3 milioni di Euro complessivi.

Come negli anni passati, l’organizzazione e il coordinamento del progetto sono affidati al SOVA della Provincia, mentre la gestione esecutiva è affidata a CLA e alla Coop. Il Lavoro.

Per contribuire al coordinamento tecnico-amministrativo del progetto sono assunti da CLA anche cinque giovani neolaureati/neodiplomati per un totale di 7 mesi, il tempo necessario per la gestione tecnica operativa e la rendicontazione delle opere.